fbpx

Aerospace

L’esplorazione è sempre stata una necessità per l’uomo. Come è avvenuto in passato – basti pensare alle Americhe, all’emisfero Australe, alla conquista delle vette più alte del pianeta – anche in questo momento l’esplorazione è diventata prioritaria per il futuro sviluppo dell’economia mondiale.

A partire dal secondo dopoguerra, in parallelo con i progressi in campo avionico, la nostra società ha assistito ad una corsa allo spazio. Dapprima la corsa era prerogativa soltanto delle due grandi potenze: USA e Unione Sovietica. Dopo un lungo periodo di successi e sconfitte per entrambi (vedi Sputnik, sbarco sulla luna), siamo giunti fino ai nostri giorni potendo approfittare di tutto il bagaglio tecnologico appreso lungo il cammino. Sin dalla costruzione della MIR ed in seguito della Stazione Spaziale internazionale da parte delle agenzie spaziali pubbliche, è parsa evidente la necessità di coinvolgere anche le agenzie private, così da creare una concorrenza e diminuire i costi esorbitanti. Così hanno visto la luce diverse agenzie, come ad esempio Space X, Blue Origin, Virgin Galactic o Boeing Space department.

Attualmente sono allo studio sia da agenzie private che pubbliche (ed alcuni già ampiamente avviati) innumerevoli progetti, tra cui Falcon 9 missile (Space X), con il suo primo equipaggio umano a bordo della Dragon spacecraft (dopo l’era Shuttle) che salperà in direzione ISS, dando a sua volta il via ad altrettanti importanti progetti come il Lunar Orbital Platform-Gateway, una stazione spaziale cislunare pianificata dalla NASA a partire dal 2020, con il primo lancio previsto per il 2022 e l’ultimo nel 2033. Il Moon Village (ESA), anche lui con l’obiettivo di riportare l’uomo a breve termine sul nostro satellite. Naturalmente altrettanti studi tenutosi in parallelo, come EMdriver (nuovo motore allo studio della NASA), saranno importanti per riuscire a portare l’uomo su Marte in una decina d’anni. Non di minor importanza in questo settore, sono le nuove o più progredite intelligenze artificiali, che ad oggi sono in grado di gestire un’automobile (Tesla motor), ed a breve termine lo saranno anche per nuovi concept di mobilità alternativa del tipo drone – veicolo elettrico (tecnologia sviluppata anche in Italia).

Il settore aerospaziale è caratterizzato da un alto livello di ricerca e innovazione che richiede competenze specifiche e personale altamente qualificato.

Albelissa nasce e opera a Torino, polo di formazione e innovazione nel campo dell’Aerospace e area industriale con alta presenza di aziende del settore che operano nello sviluppo di aeromobili, motori, satelliti, infrastrutture e sistemi di controllo. Questa posizione di vantaggio, coniugata con la decennale esperienza nel recruitment, fa di Albelissa un’azienda leader nell’offerta di profili altamente specializzati in questo campo.

aerospace_2

Settori di riferimento

  • Lead Integration Technician
  • Inventory Specialist
  • Automation & Controls Specialist
  • Mechanical Engineer (starship tooling)
  • Senior Python Engineer (back-end)
  • Fullstack Developer Junior h/f
  • UX/UI Graphic Designer h/f
  • IVVQ and T&C Associate Engineer
  • Test Automation Engineer